SIMPE

Dettaglio News
How to

Pediatotem, il sistema che ricorda il vaccino del bimbo con un sms

31/5/2016


Presentato al Congresso di pediatria. Permette di prenotare visite on line e se il pediatra è in ritardo manda un messaggio. Funziona già in 6 regioni italiane. E' questo uno degli argomenti che verrà trattato sul numero di RSalute in edicolo martedì 31 maggio

 


Fonte Repubblica.it del 31/05/2016 - Autrice: Elvira Naselli


IMMAGINATE che arrivi un sms per ricordarvi che si avvicina la scadenza per fare il vaccino al bambino. O che vi venga inviata una convocazione dal pediatra per il bilancio di salute. E che voi, con lo stesso smartphone, possiate prenotare la visita dal medico dei vostri bambini, scegliendo giorno e data e venendo avvertiti in tempo reale se il dottore è in ritardo sugli appuntamenti. E che, una volta arrivati in studio, l’attesa si limiti a pochi minuti. Fantascienza? Mica tanto, anzi in sei regioni è già realtà.

 

La novità si chiama Pediatotem ed è uno strumento che garantisce modalità nuove per l’accesso alle cure pediatriche di base. Più semplici, veloci, intuitive, comode. A qualche mese dalla partenza, il Pediatotem è stato presentato al congresso di pediatria organizzato da Paidòss, l’osservatorio nazionale sulla salute dell’infanzia e dell’adolescenza. E il gradimento di medici e genitori è così alto, quasi il 98 per cento, che molte altre regioni sono in lista d’attesa per installarlo: un entusiasmo non previsto e che sta costringendo l’azienda produttrice - la Lviiier di Teramo - a ritmi forzati. Ne sono infatti già stati piazzati circa 500 ma l’obiettivo è arrivare almeno a tutti i mille pediatri associati alla Simpe (Società italiana medici pediatri), per i quali costa 1500 euro rateizzabili.

 

Ma come funziona? Lo spiega il suo ideatore, Piero Di Saverio, tesoriere Simpe e pediatra a Teramo da ventisei anni, con uno studio aperto dalle 8 alle 20, insieme a quattro colleghi. "L’idea mi è venuta per regolarizzare il flusso di così tanti bambini, ne abbiamo circa cinquemila - premette - e per evitare lunghe attese in sala d’aspetto, oggetto di lamentela da parte dei genitori. Al nostro studio, che i bambini chiamanol’ospedale piccolo” abbiamo una grossa affluenza, perché, grazie al lungo orario, intercettiamo anche quei casi che sarebbero finiti in ospedale. Il Pediatotem, con il suo sistema di prenotazione on line, funziona un po’ come una segretaria virtuale. All’arrivo in studio, basta strisciare la tessera sanitaria e digitare il motivo della visita. Il medico è avvertito contestualmente ed è in grado anche di dare precedenza ad eventuali urgenze, secondo i sintomi digitati dai genitori in una sorta di autotriage efficacissimo".

 

Ma non solo. Il Pediatotem può essere usato per prenotare - attraverso credenziali rilasciate a genitori, nonni o tutori legali - prestazioni differibili, come appunto i bilanci di salute, la richiesta di esami, le prestazioni specialistiche. E si sta lavorando per le prenotazioni in ospedale o alla Asl. Inoltre dà al medico la chance di poter comunicare direttamente con le famiglie, ricordando appuntamenti o proponendo ricerche. "Tra le iniziative in programma in Abruzzo - continua Di Saverio - c’è la possibilità di inviare ai genitori un test per diagnosticare precocemente l’autismo. Con la versione cartacea abbiamo abbattuto i tempi di diagnosi scendendo da 69 a 36 mesi. E speriamo di continuare".

 

Il Pediatotem può anche essere usato come un gigantesco archivio dati. «Che possiamo utilizzare in forma anonima - ragiona Giuseppe Mele, presidente Simpe - per ricerche epidemiologiche. Inoltre, nel caso dei vaccini, il sistema è tarato per invitare i genitori ma anche per lasciar traccia della chiamata. Che viene poi inviata alla Asl, insieme all’eventuale diniego. Uno strumento in più di difesa del medico».





© SIMPE - Società Italiana Medici Pediatri • Via Properzio, 6 - 00193 Roma • C.F. 97764690588